Category: X4M

“DreaMachine” domenica 30 marzo dalle ore 19.00

By , March 25, 2014 1:51 pm

eUROPA tEATRI

X4M

perform

domenica 30 marzo a partire dalle ore 19.00

eUROPA tEATRI

DREAMACHINE

ideazione e realizzazione

Aldo Cero Patrizia Dall’Argine Ilaria Gerbella Elisa Longeri

Carlo Andrea Oddi Boris Pesci Marco Scortichini

selezione musicale Patrizia Mattioli

Domenica 30 marzo, a partire dalle ore 19.00, il Teatro Europa ospita DreaMachine, ultimo appuntamento di X4M, il progetto performativo ideato per la stagione 13 | 14, e basato su esperimenti di relazione con il pubblico su un unico concetto chiave che viene declinato di volta in volta in modo autonomo dagli ideatori delle performances.

DreaMachine è una produzione eUROPA tEATRI ideata e agita da Aldo Cero, Patrizia Dall’Argine, Ilaria Gerbella, Elisa Longeri, Carlo Andrea Oddi, Boris Pesci e Marco Scortichini, accompagnati dai live electronics di Patrizia Mattioli.

Creata alla fine degli anni ‘60 dall’artista Brion Gysin in collaborazione con il noto scrittore William Burroughs, la DreaMachine è il primo oggetto concepito per essere guardato con gli occhi chiusi. Quando è in azione, i semplici elementi di cui è composta riproducono una gamma di frequenze che è tipica delle onde cerebrali prodotte dal cervello quando il corpo si trova nello stato di rilassamento tipico del sonno. La DreaMachine è dunque in grado di proiettare davanti ai nostri occhi chiusi visioni limpide, colori caleidoscopici, immagini oniriche.

La DreamMachine ha ispirato molti artisti che l’hanno utilizzata per realizzare le loro opere nei più diversi campi artistici. Oltre ai creatori, ricordiamo fra gli altri David Bowie, The Mars Volta, Allen Ginsberg, Keith Haring, Bruce Labruce, Laurie Anderson e Floria Sigisgmondi.

Dicono gli ideatori: “Durante la creazione dello spettacolo Il tempo dell’altrove, spettacolo liberamente tratto da The Wonderful Wizard of Oz di L. Frank Baum, che debutterà al Teatro Europa venerdì 9 e sabato 10 maggio, abbiamo esplorato a lungo la materia del sogno e dell’incubo, luoghi dove l’illusione e l’irrazionalità spesso si fanno gioco di noi. In questa nostra ricerca abbiamo incontrato e sperimentato il progetto della DreaMachine.

Ora chiediamo al pubblico di condividere questa esperienza di sogno lucido, di abbandonarsi alla macchina dei sogni, di chiudere gli occhi per vedere”.

Per avere una testimonianza concreta dell’efficacia dell’atto performativo, gli appuntamenti di X4M sono ad ingresso a libera offerta: aboliti gli applausi per convenzione e il titolo d’ingresso a priori, sarà il pubblico a decidere se ciò a cui ha assistito è interessante o ha scatenato un pensiero di qualche tipo, nel qual caso potranno lasciare la loro offerta. Non è necessaria la prenotazione.

eUROPA tEATRI informa il pubblico che a causa degli effetti ottici luminosi, la visione della DreaMachine non è adatta a persone affette da epilessia fotosensibile.

Per informazioni: tel. 0521.243377, mail europateatri.pr@gmail.com.

“ARbiTrio” domenica 12 gennaio dalle ore 19.00

By , January 10, 2014 9:35 am

eUROPA tEATRI

X4M

domenica 12 gennaio a partire dalle ore 19.00

Spazio Piccolo del Teatro Europa

ARbiTrio

- internazioneriflessa -

di e con Stefania Maceri

concezione/elaborazione materia Roberta Gabelli

disegni luce/ombra Martino Pederzolli

produzione Kollettivoteatro

Domenica 12 gennaio, a partire dalle ore 19.00, lo Spazio Piccolo del Teatro Europa ospita ARbiTrio, secondo appuntamento del progetto performativo X4M, incluso nella rassegna serale 13 | 14 di eUROPA tEATRI: quattro esperimenti sulla relazione con il pubblico su un unico concetto chiave che viene declinato di volta in volta in modo autonomo dagli ideatori delle performances.

ARbiTrio – internazioneriflessa - (di e con Stefania Maceri, concezione/elaborazione materia Roberta Gabelli, disegni luce/ombra Martino Pederzolli, produzione Kollettivoteatro) indaga il concetto di Risveglio alla consapevolezza dell’essenza profonda, illuminata e perfetta per natura dell’individuo: io, tu, lui, lei, voi, noi, essi, loro. Tutti. Pluralità, ma nell’essenza, semplicemente Umanità. Una sola parola, ma infinite possibilità di scelta. Azioni, pensieri e parole determinano chi siamo. Tutto può cambiare in un istante. Si può scegliere. Sempre. Al di là dei misteri di vita, nascita, malattia e morte. Scegliere anche attraverso l’arte che come uno specchio ci può riflettere e risvegliare, oppure no. Tutto è in nostra mano.

Il pubblico, che potrà interagire con la performer, entrando in qualsiasi momento nello spazio scenico, ha la possibilità di partecipare ad un linguaggio con interventi attivi, e dunque da “attore” e non da spettatore soltanto, ma è anche chiamato ad assumersi il rischio intellettuale che la relazione comporta. Un rischio abbastanza grande da rendere l’accadimento vivo, vibrante: l’artista si espone a un contatto ravvicinato, difficile da sostenere, ma l’azione compiuta collettivamente da performer e pubblico è semplice, definita, incisiva, da cui poi possono diramarsi riflessioni e stati emozionali. L’ingresso alla performance non è soggetto a limiti di orario o di durata: ogni partecipante potrà entrare quando preferisce e restare per tutto il tempo che desidera.

E per avere una testimonianza concreta dell’efficacia dell’atto performativo, tutti gli appuntamenti di X4M saranno ad ingresso a libera offerta: aboliti gli applausi per convenzione e il titolo d’ingresso a priori, sarà il pubblico a decidere se ciò a cui ha assistito è interessante o ha scatenato un pensiero di qualche tipo, e in tal caso potrà lasciare la sua offerta.

Non è necessaria la prenotazione. Per informazioni: tel. 0521.243377, mail europateatri.pr@gmail.com.

“R.I.P. me” domenica 15 dicembre ore 19.00

By , December 11, 2013 12:03 pm

X4M
perform

domenica 15 dicembre ore 19.00
eUROPA tEATRI
R.I.P. me
ideazione Loredana Scianna
con
Elisa Longeri, Carlo Andrea Oddi

foto Anna Campanini

Domenica 15 dicembre, a partire dalle ore 19.00, lo Spazio Piccolo del Teatro Europa ospita R.I.P. me, primo appuntamento di X4M, il progetto performativo che si svilupperà in quattro incontri all’interno della rassegna serale.

Quattro esperimenti sulla relazione con il pubblico su un unico concetto chiave che viene declinato di volta in volta in modo autonomo dagli ideatori delle performances.

Il pubblico, dunque, ha la possibilità di entrare in un linguaggio con interventi attivi, e dunque da “attori” e non da spettatori soltanto, ma è anche chiamato ad assumersi il rischio intellettuale che la relazione comporta. Un rischio, abbastanza grande da rendere l’accadimento vivo, vibrante: l’artista si espone a un contatto ravvicinato difficile da sostenere., ma l’azione compiuta collettivamente da performer e pubblico è semplice, definita, incisiva, da cui poi possono diramarsi riflessioni e stati emozionali.

E per avere una testimonianza concreta dell’efficacia dell’atto performativo, tutti gli appuntamenti di X4M saranno ad ingresso a libera offerta: aboliti gli applausi per convenzione e il titolo d’ingresso a priori, sarà il pubblico a decidere se ciò a cui ha assistito è interessante o ha scatenato un pensiero di qualche tipo, nel qual caso potranno lasciare la loro offerta, altrimenti no.

In R.I.P. me (ideazione di Loredana Scianna, performer Elisa Longeri e Carlo Andrea Oddi) il focus è sulle relazioni in cui s’insinua e dilaga l’ingerenza di terzi. La parola che in inglese indica lo strappo, la lacerazione, è puntata e maiuscola come una sentenza: requiescat in pace. Il titolo è già la sintesi di tutto ciò che accade, uno strappo progressivo che porta all’azzeramento. Una coppia è in piedi su un supporto, che già li rende immobili e museali. Non si guardano, i due sono uno accanto all’altra come individui giustapposti. Indossano vestiti di carta. Intorno, l’ambiente sonoro è un vero e proprio concerto rumoristico di elettrodomestici che rimandano a una quotidianità conosciuta e straniante, proprio perché i suoni sono comuni ma concertati. Il pubblico è invitato a strappare progressivamente gli abiti dei due fino alla nudità. I microfoni rendono lo strappo un boato. Sarà interessante capire se e come le persone accetteranno di compiere questa azione, e soprattutto perché: curiosità, voyeurismo, rabbia, gioco sonoro, tenerezza, crudeltà, perfino per noia.

Ingresso a libera offerta, non è necessaria la prenotazione. Per informazioni: tel. 0521.243377, mail europateatri.pr@gmail.com. Il calendario completo degli appuntamenti di X4M è consultabile qui.

Panorama Theme by Themocracy