Category: Spazio Piccolo

“ARbiTrio” domenica 12 gennaio dalle ore 19.00

By , January 10, 2014 9:35 am

eUROPA tEATRI

X4M

domenica 12 gennaio a partire dalle ore 19.00

Spazio Piccolo del Teatro Europa

ARbiTrio

- internazioneriflessa -

di e con Stefania Maceri

concezione/elaborazione materia Roberta Gabelli

disegni luce/ombra Martino Pederzolli

produzione Kollettivoteatro

Domenica 12 gennaio, a partire dalle ore 19.00, lo Spazio Piccolo del Teatro Europa ospita ARbiTrio, secondo appuntamento del progetto performativo X4M, incluso nella rassegna serale 13 | 14 di eUROPA tEATRI: quattro esperimenti sulla relazione con il pubblico su un unico concetto chiave che viene declinato di volta in volta in modo autonomo dagli ideatori delle performances.

ARbiTrio – internazioneriflessa - (di e con Stefania Maceri, concezione/elaborazione materia Roberta Gabelli, disegni luce/ombra Martino Pederzolli, produzione Kollettivoteatro) indaga il concetto di Risveglio alla consapevolezza dell’essenza profonda, illuminata e perfetta per natura dell’individuo: io, tu, lui, lei, voi, noi, essi, loro. Tutti. Pluralità, ma nell’essenza, semplicemente Umanità. Una sola parola, ma infinite possibilità di scelta. Azioni, pensieri e parole determinano chi siamo. Tutto può cambiare in un istante. Si può scegliere. Sempre. Al di là dei misteri di vita, nascita, malattia e morte. Scegliere anche attraverso l’arte che come uno specchio ci può riflettere e risvegliare, oppure no. Tutto è in nostra mano.

Il pubblico, che potrà interagire con la performer, entrando in qualsiasi momento nello spazio scenico, ha la possibilità di partecipare ad un linguaggio con interventi attivi, e dunque da “attore” e non da spettatore soltanto, ma è anche chiamato ad assumersi il rischio intellettuale che la relazione comporta. Un rischio abbastanza grande da rendere l’accadimento vivo, vibrante: l’artista si espone a un contatto ravvicinato, difficile da sostenere, ma l’azione compiuta collettivamente da performer e pubblico è semplice, definita, incisiva, da cui poi possono diramarsi riflessioni e stati emozionali. L’ingresso alla performance non è soggetto a limiti di orario o di durata: ogni partecipante potrà entrare quando preferisce e restare per tutto il tempo che desidera.

E per avere una testimonianza concreta dell’efficacia dell’atto performativo, tutti gli appuntamenti di X4M saranno ad ingresso a libera offerta: aboliti gli applausi per convenzione e il titolo d’ingresso a priori, sarà il pubblico a decidere se ciò a cui ha assistito è interessante o ha scatenato un pensiero di qualche tipo, e in tal caso potrà lasciare la sua offerta.

Non è necessaria la prenotazione. Per informazioni: tel. 0521.243377, mail europateatri.pr@gmail.com.

Arte Bandita: i primi due appuntamenti

By , April 22, 2013 3:26 pm

Associazione

SHEHERAZADE

Associazione Culturale

eUROPA tEATRI

in collaborazione con

SONORIS CAUSA

presentano

ARTE BANDITAfestival

ISOLE RESISTENTI 2013

Itinerario contemporaneo fra voci e suoni

dal 26 al 30 Aprile – 1^ edizione

Prende il via venerdì 26 aprile il Festival Arte Bandita, creato da eUROPA tEATRI e Associazione Sheherazade, in collaborazione con Sonoris Causa: la prima edizione, Isole Resistenti, ospita quattro appuntamenti fra teatro e musica, tutti volti a celebrare la Resistenza, sia nell’accezione della Memoria da preservare, sia nell’ottica della consapevolezza quotidiana da nutrire.

Il primo appuntamento al Teatro Europa, venerdì 26 aprile alle 21.15, vedrà in scena la Compagnia Itineraria con Finanza Killer, testo Ercole Ongaro e Fabrizio De Giovanni, regia di Felice Cappa, in scena Fabrizio De Giovanni, allestimenti tecnici e scenografici Maria Chiara Di Marco, tecnico luci Eliel Ferreira, operatore video e post produzione video Franco Valtellina. Lo spettacolo affronta in modo critico l’evoluzione del sistema bancario italiano, con particolare riguardo al passaggio dal modello pubblico di banca ad un modello privato, attraverso la riforma del 1993 che in Italia spalancò le porte all’attività speculativa delle banche. Vi si affrontano i temi della crisi mondiale, dei mutui subprime, dei derivati, dei titoli tossici, dei paradisi fiscali, del “land grabbing” (l’accaparramento di terre vergini…), delle banche armate, della finanza etica. L’obiettivo dello spettacolo è quello di informare il pubblico, permettendogli di capire come siamo giunti nella condizione in cui ci troviamo, ma soprattutto cosa sia possibile fare, anche individualmente, per uscirne. Invertire la rotta diventa imprescindibile. Cambiare strada significa porre gli esseri umani davanti ai profitti. Alla serata interverranno anche i rappresentanti del comitato locale di Banca Etica, che sostiene la serata.

Si prosegue sabato 27, con due spettacoli: alle 20.30, presso lo Spazio Piccolo del Teatro Europa, Marie, produzione eUROPA tEATRI con la regia di Carlo Ferrari e l’interpretazione di Chiara Rubes, un monologo che racconta gli ultimi attimi di vita di Marie Kuderikova, condannata a morte a soli 22 anni per la sua appartenenza al partito comunista cecoslovacco, e giustiziata nel 1943. Le sue ultime parole, dedicate a coloro che più ha amato, sono un vero e proprio inno alla vita, al valore della bellezza da ricercare in ogni cosa, anche la più piccola, umile e quotidiana. Solo in questo modo è possibile elevarsi e sentire la propria vita, pur così breve, come “ardente, piena di fede, combattiva e vittoriosa”.

A seguire, alle ore 21.15 nella Sala Teatrale, Giancarlo Ilari porterà in scena il suo nuovo lavoro Siate gentili con la mia vecchiaia! Lettura antifascista di giornata, con brani tratti da S. Hessel, A.Gramsci, P.Ingrao, Don P. Mazzolari, G. Ulivi, S.Pertini, P.Calamandrei, E.Sanguineti e montaggio drammaturgico Raffaella Ilari. S. Hessel, A.Gramsci, P.Ingrao, Don P. Mazzolari, G. Ulivi, S.Pertini, P.Calamandrei, E.Sanguineti. Giancarlo Ilari, 85 anni, attore-giardiniere di lunga esperienza artistica (e botanica), circondato da vasi e attrezzi da giardino, scava nella sua memoria come nella terra che semina. Giancarlo Ilari fa la sua memoria, ripassa e ricorda il suo 25 Aprile 1945 e nell’atto di seminare nuove piante, semina anche memoria che, come un giardino, ha sempre bisogno di cure, giorno dopo giorno. Da quel 25 Aprile 1945 arriva a raccontare del maggio 2009, quando in una tranquilla domenica di provincia, a Parma, Medaglia d’Oro per la Resistenza, si trova corpo a corpo con un gruppo di dieci persone di Casa Pound, i fascisti del Terzo Millennio. Si rimette così in prima linea e quel momento “Odio gli Indifferenti” di Antonio Gramsci diventa il suo monologo preferito. Perché come dice il partigiano comandante Nello Quartieri, nome di battaglia Italiano, “l’arte non può essere costretta ma chissà che gli artisti del canto, della musica e della scrittura possano trovare qui ispirazione per il loro talento, per ricordare i nostri caduti e per difendere e praticare quei valori che possono unire gli Italiani e che ci permettano di ritrovare il nostro Rinascimento culturale”.

“Indignatevi!” e “Impegnatevi!”, “Odio gli indifferenti”, “Indignarsi non basta”: da questa selezione di brani (e da tanti altri ancora) nasce una lezione di Resistenza fresca di giornata, perché del giorno in corso va a commentare i fatti più rilevanti. Il testo si rinnova ogni volta: brani celebri di grandi vecchi combattenti si alternano ai fatti recenti di attualità, dalla targa in memoria ai caduti di Salò al Cimitero di Parma alla morte di Federico Aldovrandi.

Siate gentili con la mia vecchiaia! è una chiamata all’impegno e alla consapevolezza, è l’invito a lottare contro l’indifferenza senza fermarsi alla sola indignazione. Perché indignarsi non basta.

Arte Bandita – Isole Resistenti è patrocinato e sostenuto da Comune di Parma – Assessorato alla Cultura e Provincia di Parma, e sponsorizzato da Banca popolare Etica, Ratafià TeatroBar e Salumi Boschi Fratelli S.p.A.

L’ingresso per ciascuna serata è di € 10 (compresa la serata di sabato 27, a prenotazione obbligatoria, con un unico biglietto si ha l’accesso ad entrambi gli spettacoli), informazioni e prenotazioni ai contatti del Teatro Europa: tel. 0521.243377, mail info@europateatri.it.

“Taccuini” installazione multimediale dal 18 marzo

By , March 15, 2011 11:50 am

Taccuini

installazione multimediale

disegni e materiale visivo Mauro Vecchi
musiche ed ambientazioni sonore Maurizio Soliani e Michelangelo Flammia
elaborazione e montaggio video Mauro Vecchi e Maurizio Soliani

ad eccezione di:

La FugaMichelangelo Flammia e Berenice Kesselring e QueenIlaria Gerbella


Taccuini

Taccuini

Da venerdì 18 marzo a sabato 16 aprile lo Spazio Piccolo del Teatro Europa ospiterà l’installazione multimediale Taccuini, nata dalla collaborazione fra l’illustratore Mauro Vecchi e i musicisti Maurizio Soliani e Michelangelo Flammia.

Dice Mauro Vecchi: “Taccuini è una videoinstallazione nata dalla collaborazione con Maurizio Soliani e Michelangelo Flammia. Si tratta di una composizione in brevi clip montati su materiali visivi e musicali preesistenti; taccuini appunto. Venne presentata la prima volta nel settembre del 2007 nelle stanze della Rocca di Noceto. Con Michelangelo e Maurizio, volendo riproporla a Parma in forma riadeguata, identificammo come luogo più appropriato lo Spazio Piccolo di Europa Teatri. Reciproci impegni ci impedirono di dare forma a questo proposito che trova oggi, dopo la prematura scomparsa di Maurizio, l’ulteriore motivo di presentare ad un più vasto pubblico questa riuscita quanto atipica opera della nostra produzione.”

L’ingresso all’insatallazione è gratuito e possibile da martedì a sabato negli orari di apertura del Teatro Europa e di Ratafià TeatroBar (da martedì a giovedì 21.00 – 01.00, venerdì e sabato 21.00 – 02.00, nelle sere di spettacolo 20.00 – 01.00).

Panorama Theme by Themocracy