Buone Feste da eUROPA tEATRI

By , December 20, 2012 11:57 am

Vi auguriamo di passare un bellissimo Natale

insieme alle persone a cui volete bene

… e se volete un po’ di bene anche a noi,

vi invitiamo ai nostri appuntamenti dei giorni di festa

venerdì 4 gennaio ore 21.15

ATTACCHI DI SWING

L’eclettismo di Alessandro Mori al clarinetto e il virtuosismo della chitarra manouche di Corrado Caruana.
Un duo swing “jazzigano” saltellante e spumeggiante che assorbe gli elementi ritmico – armonici jazz e del valse francese,
arricchito da improbabili strumenti a sorpresa ed una loop station che sintetizza e amplifica il divertimento di una creazione musicale
estemporanea dai toni autoironici.

ingresso unico € 10

________________________________

domenica 6 gennaio ore 21.15

SANTI NUMI
uno spettacolo immacolato

il nuovo show di Ape Regina e Citronella
scritto e diretto da Aldo Piazza

Due suore dalla personalità spiccata e fuori dal comune sono alla presa con il classico dei dilemmi:
decine di bollette da pagare e un’ipoteca che sta per scadere sul loro convento…
occorre trovare qualche idea per trovare i fondi e cercare di salvare il tutto, magari dando fondo alla loro incredibile fantasia.

ingresso unico € 10

info e prenotazioni per entrambi gli spettacoli
tel. 0521.243377
mail info@europateatri.it
______________________________

e le sorprese non finiscono qui!

a partire da lunedì 14 gennaio, ogni lunedì dalle ore 20.00 alle ore 22.00

LABORATORIO QUADRIMESTRALE DI PRATICA TEATRALE
condotto da Ilaria Gerbella e Lucia Manghi

Il laboratorio quadrimestrale permette di avere un primo approccio al mondo del teatro con un percorso breve ma intenso di messa in gioco e approfondimento artistico, durante il quale i partecipanti avranno occasione di sperimentare le tecniche basilari dell’azione teatrale: il lavoro sul corpo, sullo spazio e sulla relazione, il training fisico e vocale, l’improvvisazione, con un percorso di scambio all’interno del gruppo del proprio essere e del proprio vissuto.
Il laboratorio si concluderà con una prova aperta, sabato 25 maggio 2013, per offrire così anche a chi si approccia per la prima volta al mondo del teatro il momento tanto importante del primo contatto con il pubblico.
Il costo del laboratorio è di 200 €. Per tutte le informazioni e per le iscrizioni è possibile rivolgersi ai contatti del Teatro Europa: tel. 0521.243377, mail info@europateatri.it

“Ludico Amor” sabato 15 e domenica 16 dicembre ore 21.15

By , December 10, 2012 10:48 am

sabato 15 e domenica 16 dicembre ore 21.15

Compagnia del Radicchio
LUDICO AMOR

interpreti Aldo Cero, Patrizia Dall’Argine, Francesca Ghitti, Pier Paolo Porta
regia Aldo Cero, Patrizia Dall’Argine, Francesca Ghitti, Pier Paolo Porta
soggetto e sceneggiatura Patrizia Dall’Argine
voce fuori campo Federico Murero

Torna in scena al Teatro Europa, dopo il successo della scorsa stagione, Ludico Amor della Compagnia del Radicchio, con una doppia replica: sabato 15 e domenica 16 dicembre alle ore 21.15.
Lo spettacolo ha debuttato nel corso della passata stagione teatrale, in seguito alla residenza offerta da eUROPA tEATRI alla compagnia, ed ha la drammaturgia originale di Patrizia Dall’Argine, in scena insieme a Aldo Cero, Francesca Ghitti e Pierpaolo Porta, con regia collettiva dei quattro membri della compagnia e voce fuori campo di Federico Murero.
Ludico Amor tratta con freschezza e ironia l’immortale tema dell’amore: un sentimento che secondo la Compagnia del Radicchio non va trattato né come una commedia, né come una tragedia, perché in fin dei conti è un grande gioco, un gioco complesso, nel quale bisogna mettere in atto tattiche elaborate e sottili, muovendosi su un terreno incerto, a tratti scosceso, franoso, a tratti molle e paludoso, a tratti fertile e verdeggiante. Un gioco con regole che cambiano in continuazione, nel quale o si vince o si perde, e c’è poco da fare. L’amore è un gioco amaro, spietato, ma anche esilarante, che ci trasforma, inevitabilmente in pedine, più o meno consapevoli, in balia di qualcosa di molto più grande di noi.
Neppure giocare è una scelta. Si tratta in effetti di qualcosa di cui non si può fare a meno, di cui non vogliamo fare a meno. Involontariamente si tira il dado del nostro destino. E si comincia a correre. A volte però si salta un turno. A volte se ne saltano anche due. A volte si ritorna alla partenza. A volte ci si dà per vinti e si abbandona mestamente il campo di battaglia…ma a volte, per fortuna, si vince. È una sfida, la più allettante, la più spaventosa.
“Abbiamo preso l’amore, un giorno e ci siamo messi a giocare… Eccomi, è il mio turno! ci si dice… e da qui tutto può accadere”: vedremo dunque i protagonisti alle prese con i più classici imprevisti d’amore, in un dinamico flusso di scene piene di ritmo, allegria e sorprese, e in cui anche i momenti più drammatici della vita di coppia vengono trattati con umorismo e ironia. La ricca scenografia, i costumi e le musiche completano il quadro di questo universo ricco di rimandi ai ricordi e alle esperienze (amorose e ludiche) che coinvolgeranno il pubblico in una partita d’amore e di divertimento.
La Compagnia del Radicchio nasce nel 2009 presentando lo spettacolo di strada per bambini Zuri, il Ciocco-Alato e il Mangiacacao Masticone, scritto ideato e interpretato per la cooperativa onlus Mappamondo di Parma. Lo spettacolo viene poi rappresentato in altre occasioni tra cui il festival degli artisti di Parma Boulevart e la Festa Multiculturale a Collecchio.
Ha in seguito creato i corti Che bocca grande che ho (storia di un lupo) e E non vissero tutti felici e contenti.
Ingressi: intero 10 €, ridotto 8 €, professional 6 €; informazioni e prenotazioni ai  contatti del Teatro Europa: tel. 0521.243377, mail info@europateatri.it.

“Ribelli come il sole” – sabato 8 dicembre ore 21.15

By , December 3, 2012 1:21 pm

eUROPA tEATRI

è lieta di ospitare

sabato 8 dicembre ore 21.15

RIBELLI COME IL SOLE
e arnesi da forca

NARRAZIONE CON DISEGNO DAL VIVO
spettacolo teatrale – atto unico

di e con
Gianluca Foglia “Fogliazza”

voce fuori campo
Marco Di Blasio
accompagnamento musicale Emanuele Cappa chitarra; Enrico Cossu – viola
con la partecipazione di Maurizio Gerivoce e chitarra
musiche originali Emanuele Cappa e Maurizio Geri
consulenza alla regia Loredana Scianna e Umberto Fabi
fonica Stefano Melone
luci Francesco Pozzi
consulenza storica Margherita Becchetti e William Gambetta
produzione Nicola Casalini per Associazione Sheherazade

Debutta al Teatro Europa sabato 8 dicembre alle ore 21.15 lo spettacolo Ribelli come il sole e arnesi da forca, il nuovo spettacolo di e con Gianluca Foglia “Fogliazza”. Il progetto è prodotto da Associazione Sherazade con il contributo del Comune di Parma – Assessorato alla Cultura e il sostegno di L’Isola d’oro, e vedrà in scena il disegnatore accompagnato da tre musicisti (Emanuele Cappa, Enrico Cossu e Maurizio Geri) in una narrazione con disegno dal vivo che racconta un fondamentale capitolo della storia parmigiana, le Barricate del 1922, come non è mai stato fatto prima: attraverso gli occhi di un ragazzino, e attraverso la suggestione della storia e della musica appositamente composta, l’immediatezza e il fascino del disegno realizzato dal vivo.
Parma 1922. Il sogno innocente di un ragazzino di 14 anni dell’Oltretorrente si trasforma nella consapevolezza di una partita, quella per la vita, molto più importante del suo desiderio di diventare un calciatore. Gino Gazzola, detto Soghèt, vive le Barricate del 1922 strappato alla sua innocenza dal cinismo della realtà. La vita nei borghi, la musica, il fascismo che nasce e si consolida, la figura straordinaria di Guido Picelli, l’orgoglio e la ribellione di un popolo nel popolo, quello dell’Oltretorrente, che nel 1922 diviene protagonista di un fatto unico in Italia: uno scontro impari come fosse una partita di pallone 11 contro 1, 10.000 fascisti contro 600 Arditi del Popolo. Vincendo. Tutto questo raccontato dallo sguardo di un ragazzino, che nella realtà storica ha cessato di vivere proprio su quelle barricate, ma che la licenza della narrazione teatrale consente di far vivere, per onorarne la memoria e quella degli Arditi del Popolo, perché gli occhi di un ragazzino sappiano far vedere soprattutto ai più giovani una storia troppo sconosciuta, ma con somiglianze all’attualità straordinarie, e che ritrovata sia d’esempio per riscattare il presente e il futuro.
Dice Gianluca Foglia: “Quando penso a un progetto, non penso solo a farlo bene, ma soprattutto che sia capace di trasmettere. Sono convinto che la storia non si sinsegna, ma si trasmette. Questo vuol dire che mi pongo la domanda di quale sia il miglior modo per farmi capire e incuriosire chi mi ascolta o chi mi legge. Solitamente si riconduce la storia delle Barricate a Guido Picelli protagonista, ma per un ragazzo dalla quinta elementare in su un adulto come Picelli è già troppo “distante”, difficile per un ragazzo identificarsi in un adulto che rischia di insegnare la storia come un monumento o una celebrazione stantia, ripetitiva, noiosa. Gino, protagonista di RIBELLI COME IL SOLE, non è solo uno del popolo e un ragazzino comune nel quale i coetanei possono identificarsi, ma ha anche un sogno molto simile a quelli dei ragazzi di oggi: vuole giocare a pallone, sogna di diventare un calciatore. La storia dello sport in questo caso cade a proposito, in quanto gli anni di nascita e di crescita del calcio partono dal 1898 (primo campionato di calcio d’Italia), in particolare sovrapponendosi a quel contesto sociale che poi sfocia nelle Barricate del ’22, che conduce un popolo, quello dei borghi, a maturare e crescere, a sviluppare una identità che fa la differenza tra chi lamenta il diritto di avere e chi sente il dovere di avere e difendere i diritti fondamentali“.


Ingresso euro 10,00
INFO & Prenotazioni Biglietti info@europateatri.it / 0521.243377

Panorama Theme by Themocracy