By , February 24, 2016 10:46 am

eUROPA tEATRI
presenta
sabato 27 febbraio 2016 ore 21.15

369 gradi – Armunia

ELETTROCARDIOGRAMMA

di e con Leonardo Capuano

leonardo capuano foto lucia baldini-0081MODIFICA
assistente alla regia: Elena Piscitilli
luci: Corrado Mura
organizzazione : 369 Gradi
Produzione: 369 Gradi – Armunia.

Il personaggio in scena è solo, seduto al tavolo in un posto indefinito. Potrebbe essere associato ad una sorta di spazio dove si può trascorrere del tempo a pensare. Ha come peculiarità naturale ed inconsapevole quella di muoversi in situazioni del tutto fantastiche e immaginarie. Queste situazioni immaginate le rappresenta come se fossero reali e concrete. La sua effettiva solitudine lo induce a rappresentare non soltanto se stesso, ma tutti i personaggi che agiscono abitano e parlano in quella precisa situazione, dando ad ognuno un particolare fisico, una voce e delle attitudini molto precise identiche a quelle stesse facce e a quelle stesse voci che appaiono e abitano nella sua fantasia. In poche parole questa è la sua condizione quotidiana, inconsapevole, ma del tutto normale. Il balbuziente non può fare che questo. Le presenze con le quali ha a che fare vivono nella sua testa e parlano nella sua testa ; sono quelle con cui vive il suo tempo, i suoi giorni. Sono i suoi quattro fratelli, sua madre, e la sua donna.A buona parte di queste situazioni immaginarie corrisponde una musica. Il suo tragico destino, che è quello di avere una gamba che gli si muove in modo incontrollato e incontrollabile a tempo di musica, lo costringerà a dover attraversare delle problematiche durante le sue rappresentazioni.
Suddette musiche hanno la funzione di agevolare la sua fantasia portandolo in questi luoghi e situazioni immaginarie.
Se lo si guardasse da fuori, giorno dopo giorno, lo si vedrebbe nelle situazioni più surreali parlando da solo o con la sua testa.
In scena un uomo balbuziente,con indosso un vestito da donna,non sembra far caso a ciò che indossa :dice d’ essersi svegliato cosi. Una figura tragicomica che mi accompagna da anni ,il balbuziente,non un’invenzione ma un caro amico che di tanto in tanto mi racconta come gli vanno le cose. Sembrerebbe solo ma non lo è, parla con chi gli fa compagnia da sempre ,figure concrete,come quattro fratelli ,la madre,la donna amata, che vivono con lui e parlano attraverso lui. Prendono la parola e parlano, agiscono e dialogano, cercando di risolvere le problematiche della vita di tutti i giorni a modo loro. Eletrocardiodramma sembra un errore, ma in realtà rivela una piccola verità,una paura latente,o un punto di vista comico e sorprendente.

BIGLIETTO: Intero 10 € Ridotto 8 € (under 18 e over 65, Aurora Domus, Allievi Laboratori)

PER INFO e PRENOTAZIONI

europateatri.pr@gmail.com – 0521243377

By , February 15, 2016 10:35 am

eUROPA tEATRI

venerdì 19 febbraio 2016 ore 21.15

Ditta Alesse Argira

Kitchen Stories #1: Tutto l’Amore è Clandestino

Kitchen Stories

di Barbara Alesse e Ernesta Argira
con Ernesta Argira
regia di Barbara Alesse

Lo spettacolo parla di una ricetta di cucina, perché ai suoi protagonisti piace mangiare. E il cibo, si sa, si lega bene all’amore. L’amore nasce in silenzio, al buio, non lo si vuole riconoscere, non lo si vuol fare entrare perché ci fa paura. Tutto l’amore è clandestino, e poi piano piano prende residenza dentro di noi, ottiene la cittadinanza nelle nostre vite. L’amore è ancora più clandestino quando a provarlo è un clandestino.
E. e M. si sono innamorati. Si amano, semplicemente. Ma la Bossi-Fini toglie qualsiasi semplicità e così due persone “normali” iniziano a frequentare questure, prigioni, Cie, avvocati. Fanno quello che hanno visto solo nei film: fughe dalla polizia, travestimenti, latitanze. Subiscono perquisizioni, notti in cella, le manette. Eppure M. è un tornitore e E. è un’attrice. Il problema è che alla loro ricetta d’amore manca un ingrediente. E’ rinchiuso in un barattolo: è trasparente, è insapore. Ma in quel barattolo c’è tutto: la possibilità di litigare e di lasciarsi – senza pensare che questo porterà alla prigione – la possibilità di andare a cena fuori, di lavorare, di fare un viaggio dove ci piace. Cosa c’è in quel barattolo?

Spettacolo finalista al premio Scenario 2015

Ditta Alesse Argira
La Compagnia nasce dalla collaborazione di Barbara Alesse e di Ernesta Argira. Il progetto che presentano a Scenario è il primo su cui lavorano come uniche responsabili, ma le due attrici possono contare su numerose esperienze in comune: dalla scuola del Teatro Stabile di Genova in cui si sono formate, ai lavori che hanno affrontato insieme, fino alla scoperta della comune passione per il teatro di narrazione. Ma possono contare soprattutto sull’amore che hanno entrambe per la giustizia, la cucina, il buon teatro e la felicità.

Barbara Alesse si laurea al Dams di Roma3, è autrice del libro “Ariane Mnouchkine e il Théâtre du Soleil”. Si diploma alla Scuola del Teatro Stabile di Genova e studia con V. Binasco, E. Bonavera, C. Rifici, D. Fo, E. Barba, G. Rappa, L. Curino. Lavora in numerosi spettacoli della The Kitchen Company. Firma la regia di Eventi Tragici Recenti di C. Wright e La Lezione di E. Ionesco. Firma la traduzione di Di Che Hai Paura? di R. Dresser, regia di C. Fineschi (Festival di Benevento). Con il Teatro Stabile di Genova partecipa alle rassegne di Drammaturgia Contemporanea con Nordost di T. Buchsteiner, regia di A. Battistini e Sempre Insieme di A. Visdei, regia di M. Alfonso.

Ernesta Argira, dopo aver studiato recitazione presso l’Università del Salvador-Buenos Aires, si diploma alla Scuola del Teatro Stabile di Genova. Studia poi con J. Ferrini, V. Binasco, C. Pezzoli, E. Dante, E. Bonavera, M. Monetta e P. Clough.
Lavora in varie produzioni del Teatro della Tosse (diretta da T. e E. Conte), del Teatro Stabile di Genova, della Compagnia Gank (Questa sera si recita a soggetto, regia di A. Giusta) e del Teatro di Castalia (Nordost, regia di A. Battistini). Nella sua carriera trovano spazio anche la commedia brillante e il musical, con La Locandiera, con e per la regia di A. Mazzamauro e Cinecittà, regia di G. Solari, con Christian De Sica. E’ insegnante presso il C.F.A. di Luca Bizzarri e conduce laboratori teatrali per bambini e adulti.

COSTO BIGLIETTO: Intero € 10 Ridotto € 8 (under 18, over 65)

PER INFO. E PRENOTAZIONI: europateatri.pr@gmail.com – 0521243377

Panorama Theme by Themocracy