By , March 29, 2016 10:05 am

eUROPA tEATRI

presenta

sabato 9 aprile 2016 ore 21.15

domenica 10 aprile 2016 ore 16.30

I VIAGGI DELLE BAMBINE

VdB-115MODIFICA

spettacolo itinerante di e con Chiara Rubes e Franca Tragni
luci
Lucia Manghi
allestimento a cura di
Chiara Rubes e Franca Tragni
con la collaborazione di
Erika Borella, Ilaria Gerbella e Lucia Manghi

I viaggi delle bambine è uno spettacolo itinerante in cui si celebra la libertà e il coraggio femminile attraverso i racconti dei viaggi di alcune eroine bambine sia presenti nella letteratura per ragazzi, che frutto della fantasia delle autrici: in scena gli spettatori ritroveranno gli amati personaggi di Elisabeth Ulla ed Elvira Parolona, due figure adulte che prenderanno per mano le bambine e i bambini e faranno loro rivivere le avventure di queste straordinarie figure di giovani durante il loro cammino di crescita, fra cui Alice alle prese con il Cappellaio matto. o la saggia Vassilissa alla ricerca del fuoco, fino a poter portare a loro volta ai più piccoli i doni di intelligenza e tenacia, coraggio e allegria che possano aiutarli a maturare, sottolineando come la differenza (essere donna, femmina) e le diversità (caratteriali o fisiche) possono essere la chiave per la realizzazione di sé e del proprio posto nel mondo.

Molto divertente, di un’ironia sottile, il dialogo iniziale tra Elisabeth ed Elvira: si riconoscono tracce di parole ripetute, piccoli litigi, discussioni antiche di chi vive insieme da molti anni. Ma si avverte insieme un lungo esercizio di solidarietà, di gesti comuni, di amati scambi di pensieri e di progetti: così anche in quel momento nell’intenzione/paura di partire, di andare via […] Chiara Rubes e Franca Tragni sono le interpreti, ben affiatate e spiritose dello spettacolo itinerante I viaggi delle bambine […]. Tutto possiede una particolare freschezza, una speciale immediatezza e allegria. Più volte Chiara Rubes e Franca Tragni si muovono con ritmi comuni, azioni a specchio, in forma complice e divertita. Regalando infine ai bamini del pubblico alcune delle parole utili per diventare grandi, coraggio, intelligenza, irrequietezza…

domenica 10 aprile alle ore 17.45  conferenza/laboratorio: FEMMINILE IN VIAGGIO

Info: Europa Teatri via Oradour, 14 – 43123 Parma – tel./fax 0521.243377

mail europateatri.pr@gmail.comwww.europateatri.it

By , March 9, 2016 9:58 am

eUROPA tEATRI

presenta

L’ACCIARINO MAGICO

(liberamente ispirato alla favola L’acciarino magico di H.C. Andersen)

acciarino 8

con Bernardino Bonzani
testo Ilaria Gerbella e Bernardino Bonzani
regia Ilaria Gerbella

Le fiabe erano state raccontate per i bambini, ma anche gli adulti avrebbero dovuto avere il permesso di ascoltarle
(H. C. Andersen)

Tutto ha inizio quando un giovane soldato, di ritorno dalla guerra, incontra una vecchia strega seduta sotto un albero. La donna gli chiede di entrare nella cavità dell’albero per recuperare
un vecchio acciarino a lei appartenuto un tempo, il giovane accetta. È da questo incontro che il giovane si troverà coinvolto in una serie di avventure che lo trasporteranno in un mondo fantastico.
In tutto questo, il giovane soldato non dà segno di acquisire alcuna consapevolezza rispetto a sé e al mondo: che si ritrovi poverissimo o con mille denari in tasca, condannato a morte in una prigione buia o alla vigilia delle nozze con una principessa, rimane spettatore della propria esistenza, che si staglia su ogni sfondo al di là del bene e del male. Il suo destino si compie poiché questo è ciò che semplicemente deve succedere, senza una vera perdita o un vero guadagno. Nemmeno il confronto con la paura si risolve con il suo superamento: i tre cani che inizialmente affronta e che poi gli verranno in aiuto ad ogni passo non gli incutono sufficiente terrore. Insomma cos’ha di morale da dire questo racconto in cui il premio tocca in sorte a chi non se lo merita, in cui ogni desiderio del protagonista si stempera in un semplice capriccio, in cui la magia viene in soccorso a chi la estorce con noncuranza? Non lo sappiamo, o meglio, non ve lo diciamo. Sappiamo però che, per crescere, imparare a porre domande è altrettanto importante che fornire risposte. E sappiamo anche che è essenziale imparare ad ascoltare: il vero incantesimo è ciò che accade tra la luce e il buio di un piccolo spazio raccolto, dove i bimbi guardano, ascoltano, tremano, ridono, fanno tesoro di visioni e parole. Per poi crescere, ricordare e andare oltre.

BIGLIETTO: 8 € intero – 6 € ridotto (under 18, over 65, allievi laboratori, AuroraDomus)

Info e prenotazioni: europateatri.pr@gmail.com – 0521.243377

By , March 1, 2016 11:17 am

martedì 8 marzo 2016 ore 21.15

eUROPA tEATRI

SENZA TACCHI

senza tacchi4

Da un’idea di Chiara Rubes

testo di Rossella Canadè

con Chiara Rubes e Franca Tragni

luci Lucia Manghi

Senza Tacchi è uno spettacolo in cui le donne si guardano dentro, pronte ad ammettere debolezze e imperfezioni così come a ribadire i propri punti di forza. E a raccontare le proprie storie, viste con l’occhio disincantato di chi ormai le ha sentite tutte, ma anche con lo stupore e la caparbietà che hanno le bambine nel credere ai proprio sogni. A meno che non ci sia qualcuno che ricorda da vicino il lupo delle favole pronto a mangiarle. E le scarpe, spesso additate come primo simbolo di una certa vanità femminile, prendono il posto, durante lo spettacolo, degli oggetti quotidiani, vengono utilizzate come telefoni o bicchieri, per sdrammatizzare una certa sacralità fashion che a volte pare circondarle.
In Senza Tacchi le scene più divertenti si alternano a quelle più commoventi, sottolineate dall’originale interpretazione delle protagoniste, che sembrano voler giocare con alcuni cliché femminili (la madre, la moglie tradita, l’amica un po’ svitata), cui vogliono fornire nuove e più attuali chiavi di lettura.Sono storie che partono dal quotidiano, dalle commissioni per la famiglia e dagli appuntamenti catastrofici che almeno una volta nella vita tutte abbiamo avuto, che passano per i racconti di vite che sembrano uscite da un libro o che in un libro sono nate davvero, e che sforano infine nella cronaca, dove spesso una donna vittima è solo un’unità in più da aggiungere ad un totale già miserabilmente alto: viene narrata in scena la storia di Liana An Nuni, uccisa con otto coltellate dal marito, a Luzzara, nel 2008. Movente: una micidiale gelosia.
Chi meglio di due amiche, due attrici, due donne diverse come Chiara Rubes e Franca Tragni di Europa Teatri, per raccontare le amicizie, gli amori, gli umori di una “comunità”, quella femminile, ancora in lotta per l’affermazione della propria identità. […] le due attrici hanno celebrato l’universo femminile nelle sue pieghe più più intime e comiche, paradossali ed amare, partendo proprio da una debolezza-passione pressoché universale fra il sesso femminile: le scarpe. Sono voci diverse ed uguali quelle portate in scena e lanciate al pubblico con leggera, spigliata ironia: storie di donne ipocondriache, sole, legate a uomini fedifraghi e inconsapevoli, lettori di best sellers, troppo vuoti ed egocentrici per accorgersi della donna che accanto a loro li aiuta ad andare avanti.

BIGLIETTO: Intero 10 € Ridotto 8 € (under 18 e over 65, Aurora Domus, Allievi Laboratori)

PER INFO e PRENOTAZIONI

europateatri.pr@gmail.com – 0521243377

Panorama Theme by Themocracy