By , May 26, 2017 8:52 am

eUROPA tEATRI

17 e 18 giugno 2017

Workshop danza contemporanea /movement research

training e ricerca

con

NICOLETTA CABASSI

PAGINA WEB: http://www.facebook.com/NicolettaCabassiLubbertDas

Marghe 1foto da “Nowhere / Now here III” per il R.O.S. dell’Opus Ballet al Teatro Cantiere Florida (FI)

Il seminario è aperto a danzatori professionisti, allievi e studiosi di danza, ‘movers’, ‘performers’ e/o attori fisici ma anche ad ‘amatori’ con precedente e forte esperienza di movimento nel e sul corpo – non è adatto a principianti assoluti

DESCRIZIONE:

Il lavoro proposto è basato su uan ricerca condotta in oltre 25 anni di esperienza professionale a 360° tra danza/teatro/opera/creazione/performance e insegnamento.

Questa pedagogia è liminale: il training vuol portare il danzatore a una profonda consapevolezza del suo meccanismo corporeo, a conoscere le funzioni a spirale delle sue giunture articolari, e a relazionarle con lo spazio a diversi livelli di energia, dando paticolare attenzione ai concetti di : leve, movimento “utile” ed “inutile”, all’offbalance e al disequilibrio, all’impulso, alla spinta e contro-spinta, fino a giungere ad un’estrema velocità, ma sempre pronti a tornare immediatamente al ‘punto zero’ del movimento e del tempo. La pratica della classe (dapprima al suolo e poi sviluppata in piedi e nello spazio, usando dfferenti timing) è finalizzata a ottenere un tipo di movimento disgiunto ma organico, che pone in evidenza il meccanismo articolare del corpo e lo denuna, ne sviscera la sua frammentazione e lo disloca in uno spazio in cui il corpo è constantemente attratto da linee vettoriali così da non avere mai un movimento binario.

“Il mio lavoro prova a sondare le varie possibilità che il disequilibrio genera stando in transito e danzando in total off-balance e fuori asse. Non mi interessa tanto il movimento in sé bensì la sua qualità e soprattutto mi interessa quel delicato punto di transizione in cui o si cade e si collassa al suolo oppure si trasforma in altro movimento. E’ un costante spostamento del peso e una metamorfosi in un nuovo o diverso stato dinamico-motorio, che quasi esclude l’atto volontario essendo generato dalle leggi intriseche alla struttura anatomica e dalla loro applicazione cinetica; in questo modo abbiamo una reazione a una spinta (o un inpulso) che conduce alla fase seguente in una catena incessante di movimento ma senza il tempo per pensare! “Dance first think later” diceva Beckett …

Questa spirale può essere interrotta in qualsiasi momento. Il copo è come se fosse attratto da vettori spaziali invisibili ma movibili; l’inpulso interno parte ogni volta da un differente punto del corpo o da diversi punti così che il corpo diventa “esploso” ! ! La ricerca sta nel punto più alto della parabola oppure nel punto più basso dell’iperbole … tra questi due estremi lì si pone il mio interesse … !

INFO:

DOVE : Teatro Europa, via Oradour 14 – 43123 Parma – ww.europateatri.it

Pagina FB: www.facebook.com/europateatri

QUANDO : sabato 17 e domenica 18 giugno 2017 –

orari: sabato: dalle ore 11:00 alle ore 18:00/18:30 (con una pausa) –

domenica: dalle ore 10:00 alle 17:30 (con una pausa)

COSTI e LOGISTICA : euro 85,00 – per effettuare l’iscrizione e riservare il posto è necessario una caparra di euro 50,00 da versare tramite le modalità che verranno comunicate agli interessati – possibilità di dare alloggio fino a 4 partecipanti (chiedere a Nicoletta)

CONTATTI : per domande organizzative ed iscrizioni scrivere a europateatridanza@gmail.com oppure tel. 0521/243377 da lunedì a venerdì dalle 9:30 alle 13:00 –

per questioni inerenti il lavoro scrivere a nicoletta.cabassi@gmail.com

Cell. Nicoletta Cabassi 388/4630182 (anche whatsapp) o 348/5821707

link-video come esempio di lavoro nei workshops:

https://www.youtube.com/watch?v=DcOv7kSqCd8 (giornata di workshop performativo a Napoli per il festival B.Author)

https://vimeo.com/181184505 (prove di una delle parti del workshop con sharing pubblico al MUST di Lecce)

http://www.youtube.com/watch?v=0VOHnQM_exM (breve sequenza durante una master-class coreografica a Torino alla Lavanderia a Vapore per la N.O.D.)

http://vimeo.com/135068533 (atelier al Teatro alla Corte; improvvisazione in partnering su task disarticolari)

http://vimeo.com/151638983 (assolo di una delle danzatrici coinvolte nella residenza creativa a Pilsen, luglio 2015; il materiale è sia fissato che creato su precisi task

CV NICOLETTA CABASSI:

è danzatrice, coreografa e docente con formazione sia classica che contemporanea ed ha integrato il suo background e le sue esperienze artistiche col teatro, il canto e gli studi umanistici all’Università. Inizia all’età di 5 anni lo studio del balletto e dopo la Maturità Artistica si reca in Francia (dapprima a Toulouse presso il Ballet-Théatre Joseph Russillo e successivamente a Cannes al ‘Centre International de la Danse Rosella Hightower’). Decide di dedicarsi alla danza contemporanea e negli anni incontra (tra gli altri) Angelin Preljocaj, Frédéric Flamand, Wim Vandekeybus, Ed Wubbe (di cui danza ‘Arrabbs’), Birgit Cullberg, Virgilio Sieni, Raffaella Giordano, Michele Abbondanza/Antonella Bertoni, Luisa Casiraghi, Roberto Castello, Jean-Yves Ginoux (di cui danza“Spirales des pleurs”) e molti altri; ma è William Forsythe (di cui segue le classi al Ballet Frankfurt) che la segna profondamente. Significative esperienze teatrali con: Thierry Salmon, Pippo Delbono (prende parte al coro in “Enrico V”), Cesare Ronconi (“Noi corridori veloci”). Come stagière lavora per un periodo con la Cie Maguy Marin. Come danzatrice e performer ha lavorato in numerosi teatri e ha collaborato con: Infidi Lumi, XE/Julie Ann Anzillotti, Teatrodanza Skenè/Ugo Pitozzi, Tino Sehgal, Artemis Danza, TocnaDanza, La Fura dels baus e tanti altri. Dal 2004 al 2008 collabora col C.T.R. (Centro di Ricerca Teatrale di Vnezia), dove ha svolto il ruolo di maggiore docente e coreografa. Nella metà degli anni ’90s fonda Lubbert Das che debutta al Teatro Accademico Bibbiena di Mantova; con questo nome successivamente crea ed interpreta molte produzioni e performance presentate in festival nazionali ed internazionali. Con “Sub Rosa_C.s.O. Opera aperta” vince il ‘Premio della Critica’ e il ‘Premio dei ragazzi’ al festival Ermo Colle (2006) e con “S O L” vince il ‘Premio del Pubblico’ al festival Voci dell’Anima (2010). Come coreografa free-lance ha collaborato con: Felix Ruckert, il video-maker Leandro Lisboa, Daniele Spanò/NuFactory, il visual-artist Martin Romeo, il Teatro del Cerchio, la Compagnia NumeriPrimi; su commissione del festival europeo La Bècquée (Francia), ha ricreato in trio ‘Sotto il sole’’ per la Compagnie ‘Pour un soir’. Ha collaborato con Paolo Mangiola (creando un duetto assieme in residenza alla Royal Opera House e al Sadler’s Wells a Londra), Simona Lisi (“Floridia” and “Hash_Tag”), Virginie Daenekyndt, Monica Secco/Virginia Spallarossa; ha co-creato “Self” con OTTOelectro (pezzo vincitore del ‘Premio come migliore performance musicale’ al festival Ermo Colle nel 2014). Dal 2013 al 2015 ha collaborato come assistente con la Tanz Company Gervasi a Vienna (co-creando“Solo, with guests”, “The with horne” e “What kind of animals?”) e ha curato il progetto “La notte italiana” all’Odeon Theater come Evento Speciale del festival ‘Impuls Tanz. Dal 2010 collabora col regista lirico Stefano Poda lavorando nelle sue produzioni in Italia e all’estero. Ha curato le coreografie de “La Traviata” al Teatro Verdi di Padova con la regia di Paolo Giani Cei (dicembre 2015). Nel 2016 è stata uno dei vincitori del bando internazionale ‘Resid’AND’ all’Accademia Nazionale Danza di Roma. I suoi lavori e performances sono stati presentati in Italia, Francia, Spagna, Belgio, UK, Repubblica Ceca, Austria, Norvegia e USA. E’ uno dei coreografi incaricati per il progetto nazionale ‘Bioma’. Da oltre 25 anni tiene classi di danza contemporanea, classico per danzatori contemporanei, e seminari coreografici. Essa compare in “Performativi – per uno sguardo scenico contemporaneo” a cura di Max Schiavoni, Gwynplaine edizioni (2011).

Leave a Reply

Panorama Theme by Themocracy