SEMINARI 2016|2017

By , December 10, 2015 11:34 am

venerdì 25 novembre dalle ore 18 alle 23

sabato 26 novembre dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

domenica 27 novembre dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

IL MONOLOGO

condotto da Leonardo Capuano

La cosa che sempre mi affascina è la possibilità di dare forma a ciò che forma non ha, a ciò che è così difficile da raccontare, da far capire: dare forma alla propria emotività in azione sintetiche, in sovversioni fisiche o verbali, tradurre ciò che si muove dentro fino ad arrivare a sé, o a quel che si insegue, ad un proprio stare, un proprio dire, un proprio sguardo. Il proprio Teatro, in forma di monologo”. 

Le giornate di lavoro saranno indirizzate alla CREAZIONE DI UN MONOLOGO per ciascun partecipante, mettendo in evidenza le diverse fasi che lo compongono.
– Lavoro dell’attore fisico e vocale.
– Creazione delle figure, centrali o periferiche che possono far parte del monologo.
– Creazioni di situazioni possibili, da abitare per far emergere materiale originale. Il materiale sarà comico, drammatico, o tragicomico.
– Creazione di materiali drammaturgici, attraverso la scrittura libera, o guidata dall’insegnante a tavolino o attraverso esercizi teatrali.
– Analisi dei materiali composti durante i giorni di lavoro.

Creazione della drammaturgia e individuazione dei segni e dei linguaggi utilizzati nella composizione.
– Lavoro sulla composizione del monologo e intervento registico finale. 

Il lavoro del seminario è sul monologo come condizione scenica-creativa e come forma teatrale. E’ una possibilità espressiva che, oltre a mettere a disposizione ad ogni nostro tentativo questa o quella convenzione, ci dà la possibilità di agire al di là di quel che ritenevamo possibile come attori. Abitare la scena da soli implica il non accontentarsi, ma obbliga a spingersi più in là. Così il lavoro dell’attore ha modo di manifestarsi in direzioni non previste, ma proficue e a volte eccezionali. 

Ogni allievo può portare facoltativamente anche un pezzo a memoria, di cui conosce l’opera dalla quale l’ha estratto, così da poter affrontare la recitazione con modi e approcci diversi. 

LEONARDO CAPUANO
Leonardo Capuano, attore diplomato presso la Scuola di formazione teatrale Laboratorio Nove si è rivelato al pubblico nella duplice veste di attore ed autore con vari monologhi , quali “La cura”, che debutta al festival di Volterra nel 2000 , “Zero Spaccato”, “La sofferenza inutile” e l’ultimo “Elettrocardiodramma”. Con l’attore Roberto Abbiati ha poi prodotto “Pasticceri”, spettacolo che ha realizzato numerose repliche, ottenendo un ottimo successo di pubblico e critica e che ancora oggi è nei teatri italiani. Ha lavorato anche con Renata Palminiello nello spettacolo “Due” e con la compagnia Lombardi-Tiezzi ne “Gli uccelli” di Aristofane . Da qualche anno lavora stabilmente con Umberto Orsini e conduce seminari sul lavoro dell’attore con un approccio legato alla fisicità del gesto e della voce. Capuano è portatore di un teatro rigoroso e accurato e di una visione personale della profondità dell’animo umano e delle sue contraddizioni. 

 

 

venerdì 03 marzo 2017 dalle ore 18 alle 23

sabato 04 marzo dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

domenica 05 marzo dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

CORPO NON MENTE

L’intelligenza del corpo e il teatro della psiche

condotto da Patrizia Aroldi

L’intento è di somigliare sempre più a se stessi, capaci di pensare i propri pensieri, con la libertà di diventare ciò che ancora non si è.

I temi trattati spaziano dalle leggi della Fisica che governano l’Energia e la Materia al linguaggio psicosomatico tra mente e corpo, alla vita come arte.

  • Biografie in carne ed ossa: psiche e corpo, energia e materia: elementi di lettura psicosomatica. Il corpo rivela come lo abitiamo.
  • Far pace con il cielo e con la terra: la forza di gravità, la distribuzione del peso e il baricentro. Come riconquistare la naturale posture scheletrica e di conseguenza il tono muscolare e il funzionamento organico.
  • Siamo gli attori di noi stessi: il Teatro interiore.

Si apre il sipario sul Teatro della vita dando corpo e voce alla compagnia teatrale che vive in noi per scoprire diversi e nuovi modi di essere.

PATRIZIA AROLDI

Laureata in fisica ad indirizzo Biologico presso l’Università di Parma e in seguito ricercatrice scientifica all’Euratom di Ispra, centro di ricerca delle Comunità Europee. Dopo un quadriennio di formazione in Medicina Psicosomatica riceve la Cattedra di Drammaturgia e Danza-terapia presso l’Università di Lugano. Attrice di teatro contemporaneo nello spettacolo “Cinema Cielo” di Danio Manfredini (premio Ubu per la regia), autrice e interprete di “Giduglia” (Premio Teatro Artificio) e di ” Un mito di donna” con Laura Girelli, conferenza-spettacolo sull’identità femminile. Specialista in Psicologia del corpo, conduce seminari e incontri individuali sulla comunicazione, sul linguaggio del corpo e sul Teatro interiore al fine di dare respiro e voce alle qualità che ci identificano e di portare sul palcoscenico della vita l’irripetibile unicità e potenza dell’essere.

venerdì 07 aprile 2017 dalle ore 18 alle 23

sabato 08 aprile dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

domenica 09 aprile dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

CONVERSAZIONI

condotto da Tommaso Ragno

Un seminario-conversazione in cui Tommaso Ragno racconterà cosa significa fare l’attore, mestiere in cui fondamentale è la relazione con gli altri oltre che con il testo.

“Posso offrire la mia esperienza in teatro con grandi testi e grandi teatranti – scrive Tommaso Ragno – Questo è il mio lavoro da quasi trent’anni. Quindi se volete, siete i benvenuti. Una richiesta importante: sceglietevi un monologo o due da imparare a memoria, testi che ritenete possano avere un rapporto con voi stessi (testi comici o drammatici o quel che vi pare, purchè abbiano una risonanza con voi)”

TOMMASO RAGNO
Ha lavorato in teatro con Toni Servillo, Mario Martone, Carlo Cecchi, Luca Ronconi, Massimo Castri.
Tra i lavori più recenti in televisione 1992, Il XIII Apostolo. Al cinema con Bertolucci, Isabelle Huppert e Emidio Greco.
Ha lavorato, inoltre, per la Radio 3 con i radiodrammi: Dracula, Frankestein, Il ritratto di Dorian Gray e Addio alle Armi.
Www.tommasoragno.it

Associazione Culturale eUROPA tEATRI

+39.0521.243377 – europateatri.pr@gmail.com – www.europateatri.it

 

Leave a Reply

Panorama Theme by Themocracy