Tre. In cerca d’autore

By , June 21, 2012 4:03 pm

con
Bernardino Bonzani, Carlo Ferrari, Franca Tragni
drammaturgia
Bernardino Bonzani, Carlo Ferrari, Franca Tragni
elaborazione grafica immagini
Andrea Ascenso
tecnica e luci
Erika Borella e Lucia Manghi
regia
Chiara Rubes

In cerca d’autore. In cerca, prima di ogni altro atto, del nocciolo duro che nutre e dà vita. Tecla, Romano e Cesare, chiusa dietro le spalle la porta kafkiana della ‘Cena’, tornano in scena con l’urgenza di esserci davvero. Ci sono personaggi  che nascono nella fantasia dell’attore-autore ma poi prendono corpo e diventano vere e proprie creature vive , e queste a volta bussano prepotentemente alle porte dell’attore–autore perché hanno da dire qualcosa. Tecla con il dramma di una maternità che le scappa da tutte le parti e che non può tenere in ordine come i suoi vecchi vestiti negli scatoloni; Romano incapace di gestire la patata bollente; e Cesare, che si sente escluso da loro per la prima volta e orchestra la vendetta.
Non c’è nessuno ad aiutarli, nemmeno i servizi sociali che servono solo a far danni. Nel gioco delle scatole cinesi quella giusta contiene solo una cosa invisibile: il mistero della creazione artistica, come il mistero della nascita. Per il loro dramma non c’è un autore che possa assumersene la paternità, e gli attori sono inadeguati. Su questa strada non può che cadere nel vuoto la rivendicazione di un’esistenza anche nella parola scritta. Non c’è scappatoia, l’unica possibilità è cacciare gli attori, togliersi l’armatura del giudice regista e caricarsi del peso di rappresentare se stessi, con le contraddizioni, le paure e i tic. Che siano uno, nessuno o centomila. Solo loro possono raccontare il dramma che vivono, con l’energia della verità. E solo a questo punto troveranno qualcuno disposto a tendere la mano. Un palcoscenico su cui salire a pieno titolo, anche zoppicando. [Rossella Canadè]

foto gallery

Leave a Reply

Panorama Theme by Themocracy