The Crazy Circus Show

Betty Rose e Rocky Bon Bon presentano

THE CRAZY CIRCUS SHOW

Esito del corso di Bon Ton Burlesque 2021|2022

Volete passare una serata alternativa, divertente e BURLEsca?

Allora non potete mancare l’appuntamento con The Crazy Circus Show, spettacolo di Burlesque, esito del corso di BON TON BURLESQUE 21/22, che si terrà domenica 22 maggio alle ore 18.00 al Teatro Europa!

Con: Cash-mere, Jane Doe in Tiger Roll, Julie Val Tesse, Lady Surprise, Moonshine, Rosita, Spicy Meowmellow e Svampy Lee.

Presentano Betty Rose e Rocky Bon Bon.

Biglietto unico 10 euro.

Accesso consentito con mascherina ffp2 obbligatoria, secondo le normative vigenti. La prenotazione è consigliata.

50 tentati suicidi più 50 oggetti contundenti

Sabato 23 aprile 2022
ore 18.30

Spazio piccolo Teatro Europa

via Oradour 14

50 tentati suicidi più 50 oggetti contundenti

Reading poetico con la poetessa Alessandra Carnaroli in collaborazione con Scintille Bookclub e Libreria Chourmo

 

Una presentazione | reading poetico del volume “50 tentati suicidi più 50 oggetti contundenti” di Alessandra Carnaroli.
A cura di Scintille Bookclub in collaborazione con Chourmo enolibreria e eUROPA tEATRI.

Questo libro di Alessandra Carnaroli mette in versi, con un immaginario macabro-quotidiano, cinquanta tentati suicidi di “desperate housewives”, o di una sola la cui immaginazione si faccia carico di tutte le donne, tra paste sfoglie, lavatrici, rubinetti pieni di calcare, supermercati… Nonché cinquanta descrizioni di oggetti di uso domestico trasformati in armi letali per altrettanti efferati omicidi: un cavatappi, una scarpa da donna col tacco alto, una tazza con la faccia di Mafalda, un barattolo dei pelati, un mazzo di chiavi «auto casa furgone cancello», il guinzaglio del cane, la busta frigo dell’Ikea… Dunque, suicidi e omicidi sono due facce della stessa medaglia, a seconda che lo sconforto prenda la piega dell’autolesionismo o dell’impulso omicida. Intorno agli “insani gesti”, un mondo femminile con tutte le sue frustrazioni, le paure, le costrizioni, i desideri repressi. Questo delle cinquanta variazioni sul tema può apparire come un sistema chiuso e ripetitivo che sprigioni la furia e l’ossessività di una sestina. Ma in realtà, nel suo paradosso, è un meccanismo desiderante combinatorio e infinito, come certi cicli poetici di Nanni Balestrini, autore dalla Carnaroli molto amato. Un libro paradossale, divertente e disperato di una poetessa che già in diverse sue raccolte ha scandagliato, sempre in versi originali e provocatori, vari aspetti della condizione femminile a partire dalle ambivalenze del sentimento materno.

 

Evento a ingresso libero fino a esaurimento posti. Per info e prenotazioni scintille.bookclub@gmail.com

 

Accesso consentito con super green pass. Mascherina ffp2 obbligatoria, secondo le normative vigenti. La prenotazione è consigliata.

 

 

Europa Teatri

Via Oradour, 14 Parma

0521.243377

europateatri.pr@gmail.com

www.europateatri.it

www.facebook.com/europateatri

Nuovo appuntamento della stagione ragazzi con Sibylla Tales

Torna in scena domenica 3 aprile alle ore 16.30 al Teatro Europa la stagione ragazzi, con lo spettacolo “Sibylla Tales”.

Sibylla Tales è uno spettacolo destinato a pubblici molto diversi per età e formazione, legato al motivo del bosco come luogo entro cui ci si smarrisce impauriti e si va coraggiosamente alla ricerca di sè stessi.
Lo spettatore osserva l’azione ai margini di uno spazio scenico misterioso e suggestivo per seguire nella sua opera una bizzarra ricercatrice, ispirata alla figura dell’appassionata naturalista e pittrice Marie Sibylla Merian.

Armata di pinzette e torcia, Sibylla indaga, studia e cataloga insetti, piante, presenze che trova nel bosco e attraverso i quali darà vita a fiabe di lunga tradizione che si intrecciano con la propria personale esperienza. Grazie alla forza immaginifica del teatro di figura (ombre, marionette, pupazzi)e a un suggestivo universo vocale e sonoro, prende vita poco a poco la fiaba di Cappuccetto Rosso dando spazio al riverbero archetipico e simbolico che la storia detiene.

Ingresso intero 10 euro, ridotto 6 euro. Per info e prenotazioni europateatri.pr@gmail.com

Aspettando la luna – Esito laboratorio teatro mATERIE pRIME

Doppio appuntamento questo fine settimana al Teatro Europa con lo spettacolo “Aspettando la luna”, esito del laboratorio di teatro mATERIE pRIME condotto da Chiara Rubes.

Il laboratorio di Teatro si è concentrato sulla scrittura di testi originali da parte dei partecipanti, sul tema della “follia” come luogo di libertà , irriverenza e ironia. Nel percorso di invenzione dei personaggi ci siamo imbattuti inoltre, e abbiamo dialogato con i protagonisti di Aspettando Godot di Samuel  Beckett con cui abbiamo condiviso il non senso in cerca di un vero significato dell’esistere . Libertà e  divertimento dissacrante  riempiono l’umanità sulla scena che attende di andare o di veder arrivare… la luna.

Appuntamento venerdì 1 aprile e sabato 2 aprile alle ore 21.00

Ingresso unico 8 euro. Per info e prenotazioni europateatri.pr@gmail.com

Saluti dalla terra

Dopo il successo dello spettacolo “Occhi grandi”, che ha fatto sold out nelle due repliche di domenica 13 marzo, nuovo appuntamento al Teatro Europa. Sabato 26 marzo alle ore 21.00 andrà in scena “Saluti dalla Terra” per la regia di Monica Morini e Bernardino Bozzani, TeatrO dell’Orsa.

Questa casa è in fiamme? O siamo noi a cuocerci lentamente, come rane ignare, nella pentola che abbiamo acceso? Cosa sappiamo e non vogliamo credere? Di cosa ci preoccupiamo davvero? Dal ghiaccio per gli spritz, alla plastica galleggiante dentro le nostre vite fino ai ci pensiamo domani.
Il rischio, parlando di emergenza clima, è di fermarsi ancor prima di iniziare. Di non agire. Forse, come il Barone di Münchhausen, ci salveremo dalle sabbie mobili tirandoci fuori per i capelli. Greta e milioni di giovani si muovono e chiedono un cambiamento radicale nel nostro stile di vita. La Terra non ci appartiene, siamo noi che apparteniamo alla Terra”.

Le Musiche dal mondo sono dal Golden Record, memoria dei saperi della Terra che sta tutt’ora viaggiando con la sonda Voyager oltre il sistema solare.

Contributi video dal laboratorio partecipato Memorie di Futuro

Ingresso intero 12 euro, ridotto 10. Per info e prenotazioni europateatri.pr@gmail.com

Nescio

Appuntamento sabato 26 (ore 21.00) e domenica 27 (ore 18.00)  al Teatro Europa con “Nescio” uno spettacolo di e con Francesco Marchi, produzione Europa Teatri.

“Se scrivi su un foglio con succo di limone, la scritta rimane invisibile fino a quando non la avvicini ad una fonte di calore.” Così un suo amico gli mostrò l’elementare esperimento.
McArtur Wheeler fece le sue dovute conclusioni e, certo del suo ragionamento, si cosparse il volto di succo di limone. Persuaso di essere invisibile con questo nuovo superpotere, rapinò due banche in un giorno.
Ovviamente lo arrestarono il giorno stesso. Il rapinatore era sorpreso a tal punto da obiettare che avessero manomesso i nastri delle telecamere di sorveglianza. “Impossibile. Sono stato lontano dalle fonti di calore. Ero irriconoscibile con il succo addosso. Mi sono anche scattato una polaroid prima di uscire, per esserne sicuro”. Peccato che per l’euforia avesse inquadrato il soffitto anziché il suo volto.
Troppo ignorante per capire di essere ignorante.
E forse a volte ci accontentiamo più di sapere quanto basta per pretendere di avere ragione che di sapere tutto quel che serve per essere sicuri di avere torto.
Questo spettacolo non racconta la storia di cui sopra (vera per altro). Ma ci va molto vicino.
Perché tutti noi, chi più chi meno, siamo un po’ Wheeler e purtroppo, per paradosso, non possiamo scoprirlo.

Ingresso intero 12 euro, ridotto 10 euro (under 18, over 65, soci Avis, Aurora Domus-Colser, Coop, Parma Card)

Per info e prenotazioni

tel. 0521 243377
europateatri.pr@gmail.com

 

Spezzato è il cuore della bellezza al Teatro Europa

Appuntamento domenica 20 febbraio alle ore 18.00 con “Spezzato è il cuore della bellezza”, uno spettacolo per la regia di Mariano Dammacco con Serena Balivo e Erica Galante.

Produzione Piccola Compagnia Dammacco / Infinito srl con il sostegno di MibactL’arboreto-Teatro Dimora | La Corte Ospitale ::: Centro di residenza Emilia-RomagnaCentro di residenza della Toscana (Armunia-CapoTrave/Kilowatt) e con la coproduzione di Operaestate Festival Veneto

Ingresso intero 12 euro, ridotto 10 euro (under 18, over 65, soci Avis, Aurora Domus-Colser, Coop, Parma Card)

Per info e prenotazioni

tel. 0521 243377
europateatri.pr@gmail.com

 

Totemica

Appuntamento sabato 5 febbraio con la stagione danza al Teatro Europa. In scena Totemica per coreografia e scene di Manfredi Perego, danza Chiara Montalbani, che terranno – nella giornata di domenica – anche un workshop per danzatori e attori con esperienza nel lavoro sul corpo.

Home Altrove è uno spettacolo e al tempo stesso una cornice di riflessione sulla comunicazione invisibile tra l’azione e il pensiero, tra ciò che è qui e ciò che è altrove.

Totemica nasce nel periodo della pandemia come riflessione sulla condizione umana contemporanea ed il suo senso di onnipotenza perpetuo. Sono abitato dal dubbio come non mai, la pandemia ha mosso e rotto molte delle mie certezze. Il mio rito quotidiano è disintegrato, alla ricerca d’una base ove poggiarsi. Spesso mi ritrovo a navigare in una sorta di spazio siderale, nel quale so di non poter riporre alcuna certezza.

Come una divinità decaduta che non sa più chi è, che non si riconosce più in nessun luogo e nessun credo. La coreografia esibisce un dio irriconoscibile nel presente, concreto nella storia, energia viva ma scaduta in un limbo non identificato. Potente tamburo muto che risuona a tratti. L’interprete ricade nel silenzio più enigmatico di una nuova ricerca di se stesso, senza fine. Totemica vuole essere la testimonianza fisica ed emotiva di questasituazione, in cui si abita una sacralità dispersa priva di appigli.

A seguire

Appunti per RUGGINE

Partitura coreutica sopra un fastidio indefinito.

di Manfredi Perego

Ruggine è una coreografia che parte da un analisi introspettiva su tutto ciò che crea stridori dentro il mio animo. Una dedica all’oscuro, all’inquietudine, alla violenza che mi anima, una dedica alla parte che di solito resta occultata dal sistema educativo. Ruggine è il residuo che vie spazzato via e che inevitabilmente torna. Come un evento che ciclicamente si ripresenta. È il tempo che passa, che lascia il segno che non vuoi. Come si manifestano i segni non voluti? La piece non cerca una risposta, ma la possibilità di immergersi in questo stato d’animo e poterlo sviscerare senza pregiudizi.

a.

Ingresso intero 12 euro, ridotto 10 euro (under 18, over 65, soci Avis, Aurora Domus-Colser, Coop, Parma Card)

Per info e prenotazioni

tel. 0521 243377
europateatri.pr@gmail.com

 

Prossimi appuntamenti

Continuano anche i Laboratori in Teatro 21|22

Al presente – un’intervista a Danio Manfredini

Dopo il successo dello spettacolo “Al presente” nella serata di sabato 8 gennaio al Teatro Europa, che ha visto il tutto esaurito in sala, esce oggi su L’Oca Critica un’intervista all’attore e regista Danio Manfredini.

Incontriamo Danio Manfredini a Parma, a Teatro Europa. È la mattina dopo lo spettacolo, il palcoscenico è vuoto e le scene smontate aspettano insieme agli oggetti di essere caricate e portate via. L’atmosfera è quella del “dopo”, di quando è successo qualcosa e ancora nell’aria ne rimane la vibrazione. Al presente per il quale Danio ha vinto il premio Ubu come migliore attore (e altri Ubu arriveranno per altri lavori negli anni successivi) – è del 1998 (qui la nostra recensione). Quando inizia le prove si è appena licenziato dalla struttura psichiatrica all’interno della quale ha tenuto per 12 anni un atelier di pittura. Lo spettacolo è un omaggio ai pazienti che ha incontrato. Da loro ha inizio la nostra chiacchierata…

Continua a leggere…

SONJA

Nuovo appuntamento al Teatro Europa di Parma. Sabato 22 gennaio alle ore 21.00 andrà in scena “Sonja” di e con Federica Tardito, compagnia tardito/rendina.

Liberamente ispirato alla figura di Sonja dall’opera Zio Vanja di Anton Cechov

Mi sono sentita toccata dal personaggio di Sonja come se questa anima femminile mi risuonasse nel profondo, uno strano sentimento di stupore e vicinanza … con non poco tragicomico coraggio avanzo i primi passi verso la sua figura dai desideri mancati, dallo sguardo rivolto verso il cielo. Mossa da un desiderio di levità, scorgo una sottilissima vena sospesa, in bilico, tra l’anelito al sublime e il suo inevitabile inciampo.
Una soggettiva sul personaggio di Sonja, un viaggio che si situa tra le pagine scritte dell’opera Zio Vanja di Anton Cechov. In scena viene evocato il mondo di una donna, dai delicati e azzurri moti dell’anima e di un amore … non corrisposto.
Il personaggio, arrestandosi sulla soglia della narrazione, ne prende distanza per farsi vicina alla dimensione interiore e dar voce alla parte invisibile. Per lasciar emergere l’inedito stupore dell’inespresso.

Un ringraziamento particolare a Danio Manfredini, Doriana Crema, al soffio di Raffaella Giordano, all’inesauribile disponibilità di Antonio Rendina e alla complicità di Carlo Cantono e Massimo Vesco.

La prenotazione è consigliata – Per informazioni europateatri.pr@gmail.com